Niente più barriere

ottobre 23rd, 2014 — 3:59pm

Così possiamo curare meglio il cervello

La barriera ematoencefalica: gran bella cosa. Permette infatti una speciale protezione del tessuto cerebrale dalle sostanze potenzialmente nocive presenti nei vasi sanguigni. Non passano tossine, non passano molecole grosse, non passano sostanze idrofile o eccessivamente cariche. Positivo se si fa uso di farmaci che devono agire su altri organi, così non si hanno effetti sul sistema Nervoso. Già, ma se il farmaco deve proprio arrivare al cervello? Come si fa? Sono stati studiati e si stanno studiando diversi approcci. Quello di Michael Canney, dell’azienda medica CarThera di Parigi, e dei suoi colleghi, è stato drastico: aprire la barriera per infilarci il farmaco che serve. Insomma ha creato un varco in modo elegante, utile e innocuo. Geniale.

I capillari della barriera ematoencefalica. (Cortesia: Dan Ferber)

Continua… »

Comment » | Novae

Il passaggio di Siding Spring

ottobre 19th, 2014 — 12:02pm

Vicino a Marte

Uno spettacolo che si godranno appieno solo i rover Curiosity e Opportunity, le sonde che orbitano attorno al pianeta Marte e forse, chi lo sa, anche il doctor Who dal Tardis, probabilmente giunto per l’occasione. Già, perché si svolgerà tutto stasera alle 20.27, ora italiana, e sarà difficile osservare il fenomeno dalla Terra.

La cometa Siding Spring, fotografata dal telescopio Hubble, nel marzo del 2014. (Cortesia: NASA, ESA, and J.-Y. Li (Planetary Science Institute))

Succederà che la cometa Siding Spring, proveniente dalla Nube di Oort, raggiungerà il Pianeta Rosso, dopo un viaggio di un milione di anni, passandogli molto vicino, a una distanza, 140 mila chilometri, che è un terzo di quella tra la Terra e la Luna. E lascerà nell’atmosfera una pioggia di meteore, che regaleranno una vista spettacolare del cielo di Marte.

Ma anche noi possiamo osservare l’evento: per esempio qui, in streaming, sul blog di Mars Express.

Comment » | Appuntamenti

Le caccacapsule

ottobre 12th, 2014 — 11:42pm

Un trattamento disgustoso, ma efficace.

di Chiara Mancini

Nausea, diarrea, crampi: circa 14 mila americani muoiono ogni anno a causa dell’infezione del batterio Clostridium difficile, soprattutto perché il batterio è resistente agli antibiotici comunemente usati. La soluzione? Altrettanto difficile: ingoiare pillole di feci.

Clostridium difficile: per sopravvivergli ci tocca subire una cura di merda. (Cortesia: PHIL)

E’ disgustoso, sì, anche perché le feci sono di qualcun altro. Ma preferireste ingoiare una pillola, o fare un così detto trapianto fecale? Il trapianto fecale agisce riportando nell’intestino del paziente l’ equilibrio naturale di batteri che riescono a “tenere a bada” il C. difficile, limitandone la crescita. Funziona così: attraverso una colonscopia o un tubo di plastica che viene inserito nel naso e finisce nello stomaco vengono inserite le feci del donatore nell’intestino del paziente. Una procedura invasiva e non priva di rischi. 

Le caccacapsule sembrano avere lo stesso effetto del trapianto fecale: in otto settimane 18 pazienti su 20 che hanno subito questo trattamento, ingoiando 30 o 60 pillole al ripieno di feci, hanno risolto completamente il problema della diarrea. La ricerca è stata pubblicata sul “The Journal of the American Medical Association” da Ilan Youngster, della Harvard University, negli Stati Uniti, che ha lavorato sul progetto assieme al suo team.

Una soluzione semplice ed efficace quanto schifosa, ma sempre meglio di un tubo cacciato giù nel naso, di una colonscopia o dei sintomi causati dal batterio, no?

Commenti disabilitati | Novae

Premi Nobel 2014

ottobre 10th, 2014 — 7:54pm

Atterrato a Monaco, appena sceso dall’aereo è stato accolto con dei fiori e un: “Congratulazioni per il premio”.

Non sapeva ancora nulla, non sapeva di aver vinto il prestigioso premio Nobel assieme alla moglie May-Britt e a John O’Keefe. Edvard Moser, Nobel per la Fisiologia o Medicina annunciato questa settimana è stato, assieme ai suoi due colleghi, il primo della serie a essere insignito del premio. Il trio ha scoperto le cellule dove si nasconde il senso dell’orientamento, una sorta di GPS del cervello.

A seguire, nei giorni successivi, è stato assegnato il premio Nobel per la Fisica a Isamu Akasaki, Hiroshi Amano e Shuji Nakamura per aver inventato i led a luce blu, per il risparmio energetico.

E poi il Nobel per la Chimica, assegnato a Eric Betzig, William E. Moerner e a Stefan W. Hell per aver sviluppato la microspia ottica che permette di vedere l’infinitamente piccolo delle molecole.

Riportando le parole di Paul Greengard, premio Nobel per la Medicina nel 2000, riguardo alle dieci cose che potrebbero capitarvi se vincete il premio Nobel: “Una volta arrivato il momento di ricevere il Premio, potreste ascoltare il Re di Svezia fare un breve discorso, senza riuscire a capire se sia in svedese o in inglese. Ma potete esser certi che si concluderà con «congratulations»!”

Noi non siamo il Re di Svezia, ma… Congratulations!

Qui il sito ufficiale del premio Nobel

Commenti disabilitati | Vita quotidiana

Bolle bolle bolle…

ottobre 8th, 2014 — 3:27pm

…che scorrono nei vasi sanguigni

di Chiara Mancini

I bravi musicisti hanno la musica nel sangue, mentre il topo usato da Kirsten Christensen-Jeffries, del King’s College di Londra, per questo esperimento aveva nel sangue delle bollicine, che sono servite assieme agli ultrasuoni per costruire una mappa dei suoi vasi.

Mappa del flusso attraverso i vasi dell'orecchio del topo. I colori rappresentano la direzione del flusso, mentre l'intensità dell'immagine indica la velocità del flusso. (Cortesia: King's College London and Imperial College London)

Continua… »

Commenti disabilitati | Novae

La tavola periodica degli elementi

ottobre 7th, 2014 — 8:00pm

Commenti disabilitati | Imagina

Mimetizzare il nido

ottobre 6th, 2014 — 8:57pm

Lo stratagemma degli uccelli

di Chiara Mancini

“Dov’è? Dov’è?”

“Là, non lo vedi? Prendi il binocolo.”

“Niente”.

“Guarda bene tra quei rami”.

“Non lo vedo proprio”.

Chiaro. I diamantini (Taeniopygia guttata) scelgono con accuratezza i legnetti e le foglie per costruire i nidi, in modo che si mimetizzino nell’ambiente che li circonda.

"Si abbinerà alla tappezzeria di casa?" (Cortesia: Gil Dekel)

Continua… »

Commenti disabilitati | Novae

Il cervelletto nell’evoluzione

ottobre 5th, 2014 — 7:36pm

Ci ha trasformati in cervelloni

di Chiara Mancini

Il labirinto intricato di strade evolutive che si divincolano tra le pieghe della neocorteccia cerebrale nasconde un mistero. E se invece, come sostengono i ricercatori Robert Barton, dell’Università di Durham, e Chris Venditti, dell’Università di Reading, in Inghilterra, questo mistero dell’evoluzione delle abilità cognitive umane fosse celato nel cervelletto?

Cellule del cervelletto (Cortesia: Gerry Shaw)

Continua… »

Commenti disabilitati | Novae

Bohemian Gravity!

febbraio 13th, 2014 — 6:38pm

Is string theory right?
Is it just fantasy?
Caught in the landscape,
Out of touch with reality
Compactified
On S5 or T*S3

Space is a pure void
Why should it be stringy?
Because it’s quantum not classical
Nonrenormalizable
Any way you quantize
You’ll encounter infinity
You see

Quanta
Must interact
Via paths we understand
Using Feynman diagrams
Often, they will just rebound
But now and then they go another way
A quantum
Loooooop
Infinities will make you cry
Unless you can renormalize your model
Of baryons, fermions
And all other states of matter

Curved space:
The graviton
Can be thought of as a field
But these infinities are real
In a many-body
Loop diagram
Our results diverge no matter what we do…
A Quantum Soup (any way you quantize)
Kiss your fields goodbye
Guess Einstein’s theory wasn’t complete at all!

I see extended 1-D objects with no mass
What’s their use? What’s their use? Can they give us quark plasma?
What to minimize?
What functional describes this
String?
Nambu-Goto! (Nambu-Goto)
Nambu-Goto! (Nambu-Goto)
How to quantize I don’t know
Polyakov!
I’m just a worldsheet, please minimize me
He’s just a worldsheet from a string theory
Reperametrized by a Weyl symmetry!

Fermi, Bose, open, closed, orientable?
Vibrations
Modes! They become particles (particles!)
Vibrations
They become particles (particles!)
Vibrations
They become particles (particles!)
Become particles (particles!)
Become particles (many many many many particle…)
Modes modes modes modes modes modes modes!
Oh mamma mia mamma mia,
Such a sea of particles!
A tachyon, with a dilaton and gravity-vity-VITY

(rock out!)

Now we need ten dimensions and I’ll tell you why
(anomaly cancellation!)
So to get down to 4D we compactify!
Oh, Kahler!
(Kahler manifold)
Manifolds must be Kahler!
(Complex Reimannian symplectic form)
If we wanna preserve
Any of our super-symmetry

(Superstrings of type I, IIa and IIb)
(Heterotic O and Heterotic E)
(All are one through S and T duality)
(Thank you Ed Witten for that superstring revolution and your new M-theory!)

(Maldecena!)
(Super-Yang-Mills!)
(Type IIB String!)
Dual! Dual!
(In the AdS/CFT)
(Holography!)

Molecules and atoms
Light and energy
Time and space and matter
All from one united
Theory

Any way you quantize…

Lyrics and arrangement by Tim Blais and A Capella Science
Original music by Queen

Commenti disabilitati | Imagina

Prova a spezzarla ancora un po’

febbraio 1st, 2014 — 6:00pm

Trovato il monopolo magnetico

di Giulia Negri

Diventare fisici significa (anche) essere tirati su a pane e particelle: poco pane e molte particelle. Si imparano i parallelismi tra elettricità e magnetismo, quasi fratelli siamesi: mentre la carica elettrica si può isolare, è impossibile separare i poli magnetici. Insomma, per quanto tu possa provare a dividere una calamita, otterrai sempre calamite più piccole, ognuna con un polo Nord e un polo Sud. Puoi spezzarla quanto vuoi, arrivare a calamite lillipuziane, ma i poli non si separeranno mai. A suon di «impossibile» e «mai» te ne fai una ragione, ci credi, consideri il monopolo magnetico come un unicorno, una chimera. Ora però eccolo: l’hanno trovato. Pare, almeno.

Continua… »

Commenti disabilitati | Novae

Buon Natale

dicembre 24th, 2013 — 11:00pm

Commenti disabilitati | Imagina

Il genio degli abissi

dicembre 20th, 2013 — 7:13pm

Quando un mollusco ricorda meglio di te

di Veronica Bellati

E’ capitato a tutti di fare zapping la sera e fermarsi sul documentario di un canale americano che stila la classifica dell’animale più intelligente della Terra. Se ci avete fatto caso, in questa classifica rientrano solo i vertebrati, quelli dotati di una struttura scheletrica, per farla breve. Se vogliamo inoltre puntare il dito contro qualcuno, ai piani alti di questa classifica si posiziona quasi sempre il caro vecchio Flipper il delfino. Ma c’è qualcun altro che vive nello stesso mare di Flipper, nascosto nelle profondità, e che ha un’intelligenza da non sottovalutare. Se ne è accorta Christelle Jozet-Alves, dell’Università di Caen Bassa Normandia, in Francia.

Sepia Officinalis. (Cortesia: Hans Hillewaert)

Continua… »

Commenti disabilitati | Novae

Una tenzone a suon di… note!

dicembre 13th, 2013 — 1:12pm

I rapper che non ci immaginiamo

di Giulia Negri

Soffici palline piumose. Soffici palline piumose che producono soavi melodie. Siamo abituati a vederli così: piccoli, teneri, indifesi passerotti che arruffano le piume quando il freddo si fa pungente e cinguettano senza posa allietando le nostre giornate all’aria aperta. 

In verità, in verità vi dico… mica tanto! Gli studi di Çağlar Akçay, Elizabeth Campbell e Michael Beecher sui passeri cantori, pubblicati sui “Proceedings of the Royal Society B, ci mostrano come i nostri pennuti amici siano in realtà piuttosto territoriali e abbiano un modo davvero insolito per scacciare gli intrusi.

Yo, fratello, lascia il mio alberello! (Cortesia: Kevin Bolton)

Continua… »

Commenti disabilitati | Novae

L’origine della vita sulla Terra?

dicembre 9th, 2013 — 8:38am

La risposta… in una spremuta

di Veronica Bellati

A prescindere da dove facciate colazione al mattino, sappiate che, se bevete una spremuta, nel vostro bicchiere c’è probabilmente la risposta a uno dei più grandi quesiti della biologia riguardo l’origine della vita sulla Terra. Questa risposta si concretizza sotto forma di molecola: il citratoIl citrato viene estratto dall’acido citrico, sostanza che ritroviamo in una certa percentuale sia nel succo di limone sia in quello di arancia.

Il succo della vita. (Cortesia: Dan Zen)

Continua… »

Commenti disabilitati | Novae

“Miao!”, disse l’atomo

dicembre 9th, 2013 — 3:00am

La meccanica quantistica spiegata dal mio gatto*

di Giulia Negri

Silenzio.

Ahia. Brutto segno. I casi sono due: o sta dormendo, o sta combinando qualcosa. In genere, in questi momenti, basta andare nell’altra stanza e dirgli di smettere di fare quello che sta facendo. Funziona sempre. Come ci avverte la Legge di Murphy (o uno dei suoi numerosi corollari), di sicuro starà facendo qualcosa di sbagliato. Che poi, vabbe’. Come se i gatti ci obbedissero sul serio… Ci sembra che lo facciano solo perché, a volte, i loro desideri coincidono con il nostro volere. In ogni caso, proviamo per un momento a scordare Murphy e a pensare di non poter andare nell’altra stanza a controllare: se non “sperimento”, non sono in grado di dire se il gatto ronfi beato o stia per far strage delle mie piante. Povere piante. Ma immaginiamo che il gatto sia quantistico: in questo caso, idealmente, fino a che non mi affaccio, sta facendo entrambe le cose. Solo una volta aperta la porta le due possibilità “collassano” in una sola e il gatto assume un comportamento preciso. Dannata palla di diabolico pelo nero!

Continua… »

Commenti disabilitati | Novae

Te la bevi?

novembre 24th, 2013 — 2:00pm

Anche se ti dico che fa male?

di Veronica Bellati

“…Bevi la Coca-Cola che ti fa bene…”: cantava così Vasco Rossi nel lontano 1983. A distanza di 30 anni ci pensano i ricercatori del laboratorio di neurofarmacologia comportamentale della Macquaire University di Sidney, in Australia, a dare la smentita definitiva.

Scaffale espositivo di bibite analcoliche zuccherate. (Cortesia: SMC en.wikipedia)

Continua… »

Commenti disabilitati | Novae

Ghiacciaio con sorpresa

novembre 20th, 2013 — 8:52am

di Giulia Negri

Gurgle!

- Mi perdoni, dottore. Ormai il mio stomaco fa sempre così: continua a borbottare! E non sa che bruciori…

- Non si preoccupi. Si stenda sul lettino. Mi dica: è da molto che ha questi sintomi?

Continua… »

Commenti disabilitati | Novae

L’antenato gagliardo dell’ornitorinco

novembre 17th, 2013 — 10:00am

Ritrovamenti fossili rivelano avi enormi e voraci

di Veronica Bellati

Preistoria. Immaginiamo un essere lungo circa 1 metro che si aggira per i corsi d’acqua sgranocchiando tartarughe e piccole rane. Di quale creatura si tratta? È l’antenato dell’ornitorinco.

Scheletro di ornitorinco esposto al Melbourne Museum. (Cortesia: Peter Halasz)

Continua… »

Commenti disabilitati | Novae

Sniff sniff!

novembre 14th, 2013 — 3:53pm

Ovvero: anche le tartarughe hanno il Tom Tom

di Giulia Negri

La torta della nonna, il profumo di pane appena sfornato… E poi, vogliamo parlare della pizza? Da secoli il nostro naso batte in maniera indiscussa ogni navigatore satellitare. Sulle tratte brevi, è chiaro. Ma sarà una capacità solo umana? Secondo i tartufi, no: infatti hanno imparato a temere molto di più i cani e i maiali. Numerosi animali domestici riescono a rintracciare la strada di casa grazie a invisibili tracce che, come piccole “molliche”, solo loro riescono a individuare e a seguire sfruttando l’olfatto. E in mare? Anche in acqua Pollicino riesce a ritrovare il “cammino”. Ma come?

Continua… »

Commenti disabilitati | Novae

La “hit-parade” degli scienziati

novembre 11th, 2013 — 11:15am

di Giulia Negri

Anche gli studiosi hanno i loro grattacapi con le classifiche. In loro aiuto, però, non ci sono né i pronostici del polpo Paul né gironi più o meno favorevoli. I ricercatori dell’Indiana University a Bloomington hanno messo a punto un metodo per classificare gli scienziati, di qualunque disciplina si siano occupati, e ottenere così il nome di chi è stato il migliore, influenzando di più con i suoi studi chi ha seguito i suoi passi.

Continua… »

Commenti disabilitati | Novae

MEETmeTONIGHT

settembre 26th, 2013 — 5:24pm

La notte dei ricercatori

Segnaliamo l’iniziativa MEETmeTONIGHT: la Notte dei Ricercatori in Lombardia, promossa da Politecnico di Milano, Università degli Studi di Milano, Università degli Studi Milano-Bicocca e Comune di Milano, in collaborazione con Regione Lombardia e Fondazione Cariplo, con l’obiettivo di diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca tra i cittadini di tutte le età attraverso l’organizzazione di eventi e di iniziative divertenti e stimolanti.

L’iniziativa si svolgerà il prossimo venerdì 27 settembre ed è stata organizzata nell’ambito della Notte dei Ricercatori che la Commissione Europea promuove in oltre 300 città europee.

MEETmeTONIGHT per questa edizione ha un calendario ricco e articolato di eventi che coinvolgono nove città della Lombardia.

Giochi, spettacoli, laboratori gratuiti dalle 10.00 alle 24.00. Visita il sito per saperne di più.

Commenti disabilitati | Appuntamenti

Iniezioni di CO2 per curare l’effetto serra

agosto 22nd, 2013 — 3:00am

di Aristotele Karytinos

Come rimediare all’eccesso di anidride carbonica che contribuisce al riscaldamento globale? Nascondendola sottoterra! Sembra una soluzione stravagante o inverosimile, e invece potrebbe essere un rimedio efficace contro i cambiamenti climatici. Due progetti pilota, negli USA e in Islanda, stanno esplorando nuove possibilità per eseguire iniezioni di CO2 sotterranee.

Il basalto, che si forma dalla solidificazione della lava, può essere usato per conservare grandi quantità di CO2. (Cortesia: Bruce Albrecht, Perceptions Unlimited)

Continua… »

Commenti disabilitati | Novae

Non credo nel riscaldamento globale

agosto 22nd, 2013 — 2:00am

Commenti disabilitati | Imagina

Approfondimento: il riscaldamento globale

agosto 21st, 2013 — 2:19pm

Il futuro del clima terrestre

di Aristotele Karytinos

Antropocene sembra una parola strana, ma identifica qualcosa di molto attuale: l’era moderna, in cui l’intervento umano ha effetti profondi sull’intero pianeta. La conseguenza più devastante di questa interferenza è il riscaldamento globale, già discusso da oltre un ventennio ma sempre più rilevante man mano che i suoi effetti si fanno visibili.

L’intervento dell’uomo porterà grandi cambiamenti nel clima del ventunesimo secolo. (Cortesia: Mikael Miettinen)

Continua… »

Commenti disabilitati | Approfondimenti

Margherita tra le stelle

giugno 29th, 2013 — 6:13pm

La notte scorsa è morta Margherita Hack. Aveva 91 anni. Eccola in un’intervista di un anno fa:

Penso che il cervello sia l’anima, non credo alla vita dopo la morte, e tanto meno in un paradiso in versione condominiale, dove rincontrare amici, nemici, parenti, conoscenti. (M. Hack)

Commenti disabilitati | Imagina

Nidi d’ape

giugno 12th, 2013 — 5:57pm

Il progetto in video

Vi ricordate di “Nidi d’ape”? Ne avevamo scritto qualche tempo fa proprio qui e qui, su Quarantadue. Si tratta di un progetto dell’istituto Cobianchi che è nato dalla proposta del dott. Angelo Sommaruga, allo scopo di realizzare una serie di stazioni pilota dotate di nidi artificiali per operare un censimento delle specie di apoidei presenti nella zona del Verbano-Cusio-Ossola. Questo video mostra le varie fasi del progetto:

Continua… »

Commenti disabilitati | Approfondimenti

Impatto sulla Luna

maggio 20th, 2013 — 1:11pm

Il 17 marzo 2013 un meteorite colpisce il suolo lunare…

Commenti disabilitati | Imagina

Neuroni zen

maggio 15th, 2013 — 9:04pm

di Anna D’Errico

Dal dottorato in neuroscienze all’arte giapponese: intervista a Greg Dunn

È possibile trasformare le immagini al microscopio dei neuroni in opere d’arte? Intrecciare il proprio dottorato in neuroscienze con un percorso artistico fino al punto di farli diventare quasi una cosa unica e coerente? Greg Dunn ci è riuscito. Avevo già parlato di lui e di come i suoi quadri e le sue stampe, così essenziali ed eleganti, mi avessero conquistata. Ho avuto il piacere di conoscere questo scienziato-artista in occasione dello scorso meeting della società di neuroscienze (SfN), a New Orleans, dove ha presentato alcune delle sue opere e, siccome oltre a essere bravo è estremamente cortese e disponibile, ne è nata poi un’intervista…

Glial Flare (Cortesia: Grag Dunn)

Continua… (Baraka, intersezioniImprobabili)

 

Commenti disabilitati | Xperience

Ginnastica mentale contro l’insonnia

maggio 1st, 2013 — 10:38pm

Il training cognitivo aiuta a prendere sonno

 di Aristotele Karytinos

Il motto latino “mens sana in corpore sano” è spesso inteso come un invito all’esercizio fisico: con un corpo in forma, il cervello sta meglio. Ma perché non far fare un po’ di palestra anche alla nostra materia grigia? Da quando questa idea ha preso piede sono spuntati diversi software per il “cognitive training”, videogiochi per la ginnastica della mente che allenano memoria e concentrazione. E, secondo un nuovo studio, simili giochi possono anche aiutare chi soffre di insonnia.

“Sono le tre e mezza del mattino. Ancora…” (Cortesia: Pablo Fernández)

Continua… »

1 comment » | Novae

Niente panico

marzo 11th, 2013 — 6:15pm

“La Guida Galattica è infallibile. È la realtà, spesso, a essere inesatta”. Douglas Adams.

Google celebra oggi con un Doodle animato il sessantunesimo anniversario della nascita di Douglas Adams (Cambridge, 11 marzo 1952 – Santa Barbara, 11 maggio 2001), autore della “Guida galattica per autostoppisti”. Dalla guida ricordiamo il numero 42, ovvero la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l’universo e tutto quanto, e i mille modi per cui un asciugamano può essere utile quando si viaggia nello spazio.

 

 

Commenti disabilitati | Appuntamenti

Back to top